Camere con vista, localizzatori visionari e sottotitoli gratuiti

Pubblicato il 22-04-2011 da Andrea Spila
http://www.e-schooloftranslation.org/2011/04/camere-con-vista-localizzatori-visionari-e-sottotitoli-gratuiti/

Se è vero che i traduttori, e i freelance più in generale, cercano sempre di più di sfuggire all’isolamento per incontrarsi e lavorare insieme, Herta Elena Rudolph ci riporta ai vantaggi del lavoro “da casa”, al piacere di lavorare nel proprio spazio intimo e personale (“il traduttore non è costretto a sopportare il puzzo, le lagne, gli ‘appiccicamenti forzati’ sui mezzi pubblici che lo porteranno sul luogo di lavoro. Trovare parcheggio sotto l’ufficio è un problema che non lo riguarda”). È nato in questi giorni il blog La stanza del traduttore, che Herta, insieme all’amica e collega Tiziana Cavasino, dedica alla descrizione del nostro spazio di lavoro. Il primo post (Un luminoso spazio abusivo) è dedicato proprio alla stanza di Herta, “la più bella della casa, con pareti bianche a vista (a mo’ di loft americano) che le tende dipingono di fucsia e arancione quando c’è molto sole”. Aspettiamo curiosi di poter entrare in casa di tanti colleghi e colleghe per farci raccontare quello che vedono quando alzano gli occhi dallo schermo. Nel frattempo mi chiedo (e vi chiedo): è meglio lavorare nell’intimità della propria casa o condividere lo spazio di lavoro con altri colleghi?

Dal presente caldo e rassicurante che dipinge Herta al futuro incerto, ma sempre più definito che ci racconta Renato Beninatto (“localization visionary and professional contrarian who likes to see companies grow”) nel suo blog Localization Industry 411. Di ritorno dal memoQfest di Budapest, dove ha partecipato all’ennesimo dibattito sul futuro della “language industry”, l’instancabile esperto di localizzazione ci propone tre realtà che stanno trasformando in modo significativo la nostra professione: la traduzione automatica (“più un alleato che un nemico per chi si occupa di servizi linguistici”), gli standard tecnologici (“lo sviluppo di middleware per facilitare le conversioni tra memorie di traduzione e i passaggi tra diversi sistemi di gestione dei contenuti”) e infine il crowdsourcing (“le persone si fanno le traduzioni gratuitamente, nello stesso modo in cui ognuno di noi fa delle fotografie senza l’aiuto di fotografi professionisti”). Secondo voi, quello che dice Renato riguarda solo i localizzatori o anche altri campi della traduzione?

A proposito di futuro, è sempre Renato che mi ricorda, dal suo account Twitter (http://twitter.com/renatobeninatto) un sito che apprezzo molto, dotSub, uno strumento che permette a chiunque di sottotitolare gratuitamente i propri video in qualsiasi lingua. Oltre al servizio di base, dotSub offre anche soluzioni per le aziende (Enterprise Solutions) rivolte “a qualsiasi organizzazione interessata a far visualizzare i propri contenuti video su Internet e sui dispositivi mobili, da un numero maggiore di persone, in qualsiasi lingua e in ogni parte del mondo”. Insomma, le tecnologie del futuro sono già qui, non ci resta che provarle e adattarle al nostro lavoro per migliorare e sviluppare l’offerta di servizi linguistici ai nostri clienti. A voi è capitato di usare dotSUB a scopi amatoriali o professionali? Che ne pensate?

Parlando di video, Carlotta Saconney (http://twitter.com/CarlottaCool), ci ricorda infine (tramite un post pubblicato su Mashable) che Google ha deciso finalmente di chiudere il proprio servizio Google Video e ha pertanto inviato ai propri utenti una mail datata 15 aprile 2011 in cui comunica a tutti coloro che hanno caricato dei video sulla piattaforma la scadenza ultima del 13 maggio per poterli riscaricare sul proprio computer, prima che vengano definitivamente rimossi.

È tutto per questa settimana, buona Pasqua e buon 25 aprile a tutti/e e alla prossima!

Traduttori Sociali è una rubrica settimanale di Andrea Spila per la European School of Translation. I contenuti sono basati sui tweet e sui post che colleghi e colleghe nel mondo della traduzione, delle lingue e della scrittura hanno pubblicato durante la settimana precedente.
Andrea è su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/andreaspila.

Advertisements

A propos Rosana Mondino - ERREME TRANSLATIONSⓇ

EN and FR Translator into Spanish and Italian.
Cet article a été publié dans Novità. Ajoutez ce permalien à vos favoris.

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s